Per la sede Provinciale di Padova

cerchiamo

un operatore di Patronato con esperienza,

se interessati si prega di inviare il Cv, alla mail del sito, info@patronatoinpal.it.

 

 

APE Sociale: sperimentazione prorogata al 2021

La legge di bilancio 2021 ha prorogato il periodo di sperimentazione dell’APE Sociale fino al 31 dicembre 2021.

Rivolgetevi al Patronato INPAL per verificare il requisito

Leggi tutto...

Opzione Donna, Domande anche per le nate nel 1962

Con l'entrata in vigore della legge n. 178/2020, legge di bilancio 2021, potranno accedere alla pensione con uno "sconto" rispetto ai requisiti standard:

1) le lavoratrici dipendenti in possesso di 35 anni di contributi e 58 anni di età al 31 dicembre 2020;

2) le lavoratrici autonome in possesso di 35 anni di contributi e 59 anni di età al 31 dicembre 2020.

Leggi tutto...

Polizza Casalinghe, Entro il 31 gennaio 2021 si paga il premio di 24 euro • • •

Tra il 1° ed il 31 gennaio 2021 si dovrà rinnovare la polizza Inail obbligatoria per le persone (tra 18 e 67 anni) che svolgono attività di cura della famiglia e dell'abitazione.

 Per chi è già iscritto il pagamento potrà essere effettuato l’Avviso di pagamento/IUV inviato dall’Inail mentre nel caso di nuova iscrizione la domanda dovrà essere inoltrata tramite gli specifici servizi online dedicati all’assicurazione e messi a disposizione dall’Istituto.

 

Leggi tutto...

LAVORATORI STAGIONALI DEL SETTORE AGRICOLO indennità onnicomprensiva

Per questa categoria si chiarisce, come da circolare INPS del 14/12/2020 N° 146,  "come per le precedenti previsioni legislative della stessa indennità COVID-19, l’esclusione dal beneficio in parola di tutti i lavoratori stagionali del settore agricolo, indipendentemente dal codice ATECO di appartenenza dell’azienda datrice di lavoro, in quanto assoggettati alla contribuzione agricola unificata, iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli e quindi beneficiari delle specifiche tutele della disoccupazione agricola e della indennità di cui all’articolo 30 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27."

Leggi tutto...

Indennità Covid-19 una tantum: termini di presentazione delle domande

Il decreto-legge 30 novembre 2020, n. 157 ha previsto l’erogazione di un’ulteriore indennità una tantum dell’importo pari a mille euro a favore dei soggetti già beneficiari dell’indennità Covid-19 prevista dal decreto Ristori (articolo 15, comma 1, decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137).

L’Istituto provvederà a erogare automaticamente l’indennità in favore delle categorie di lavoratori indicate nel messaggio 4 dicembre 2020, 4589, senza necessità di presentare ulteriore domanda.

Il decreto-legge 157/2020 ha anche previsto una indennità onnicomprensiva a favore dei lavoratori appartenenti alle categorie elencate nello stesso messaggio, che non abbiano già beneficiato dell’indennità, disponendo, inoltre, la riapertura dei termini per richiedere le indennità previste dal decreto Ristori (decreto-legge 137/2020) e dal decreto Agosto (decreto-legge n. 104/2020).

In questo caso, i lavoratori interessati dovranno presentare la domanda nei termini seguenti:

  • domande di indennità di cui all’articolo 9, commi 2, 3, 5 e 6, decreto-legge 157/2020 entro il 15 dicembre 2020. Per questo servizio l’Istituto renderà noto il rilascio dell’apposita procedura;
  • domande di indennità di cui all’articolo 15, commi 2, 3, 5 e 6, decreto-legge 137/2020 entro il 18 dicembre 2020;
  • domande di indennità di cui all’articolo 9, decreto-legge 104/2020 entro il 15 dicembre 2020.

 

Leggi tutto...

Cumulo pensione e redditi lavoro autonomo: nuovi termini dichiarazione

L’INPS comunica che è stato prorogato al 10 dicembre 2020 il termine per la presentazione della dichiarazione reddituale, precedentemente previsto al 30 novembre 2020, per i titolari di pensione con decorrenza compresa entro il 2019, soggetti al divieto di cumulo parziale della pensione con i redditi da lavoro autonomo.

Leggi tutto...

Decreto Ristori: indennità una tantum e indennità onnicomprensiva

Il decreto Ristori (decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137) ha nuovamente previsto, a favore dei soggetti che hanno già beneficiato dell’indennità onnicomprensiva (di cui all’articolo 9, decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104), l’erogazione una tantum della stessa indennità di importo pari a mille euro.

L’Istituto informa che le categorie di lavoratori indicate nella circolare INPS 26 novembre 2020, n. 137, che hanno già fruito dell’indennità,

                       non devono presentare una nuova domanda.

La circolare fornisce, inoltre, le istruzioni per i lavoratori del settore del turismo e degli stabilimenti termali che non abbiano già fruito dell’indennità onnicomprensiva e che pertanto possono presentare domanda di accesso al beneficio.

L’indennità onnicomprensiva è prevista anche per i lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell’emergenza da Covid-19, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro e che non hanno già fruito di questa misura.

Leggi tutto...

Congedo Covid-19 quarantena scolastica figli: nuove disposizioni

Con la circolare INPS 20 novembre 2020, n. 132, l’Istituto fornisce le nuove disposizioni in merito all’ampliamento dei casi in cui è possibile fruire del congedo.

In particolare, è possibile avvalersi del congedo per sospensione dell’attività didattica del figlio in presenza, oltre che nel caso di contatto avvenuto all’interno della scuola, anche nell’ambito dello svolgimento di attività sportive di base o di attività motoria in strutture quali palestre, piscine, centri sportivi, circoli sportivi, sia pubblici che privati, nonché all’interno di strutture regolarmente frequentate per seguire lezioni musicali e linguistiche. Per poter fruire del congedo è sempre necessario che la quarantena sia stata disposta dalla ASL.

Leggi tutto...

Anticipo TFR/TFS: modalità di presentazione della domanda

Il messaggio 17 novembre 2020, n. 4315 fornisce le indicazioni sulla modalità di presentazione della domanda di quantificazione online dell’anticipo finanziario del Trattamento di Fine Servizio ( TFS) e del Trattamento di Fine Rapporto ( TFR).

Gli utenti possono presentare la domanda tramite i patronati :

Leggi tutto...

Esonero contributivo per le filiere agricole

Ok all'esonero contributivo per le aziende appartenenti alle filiere agricoledella pesca e dell'acquacoltura, nonché agli imprenditori agricoli professionali, ai coltivatori diretti, ai mezzadri e ai coloni.

Lo sgravio si applicherà sulla contribuzione dovuta nel mese di novembre e dicembre 2020. 

Lo rende noto l'Inps nel messaggio n. 4272/2020 

L'articolo 16 del Dl n. 137/2020 (c.d. "decreto Rilancio") e l'articolo 21 del Dl n. 149/2020 (c.d. "decreto Rilancio bis") riconoscono, infatti, alle aziende appartenenti alle filiere agricoledella pesca e dell'acquacoltura, nonché agli imprenditori agricoli professionali, ai coltivatori diretti, ai mezzadri e ai coloni, l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per la quota a carico dei datori di lavoro per la mensilità relativa a novembre 2020.

I settori beneficiati, individuati tramite nella lista Ateco allegata allo stesso documento INPS

Leggi tutto...

Indennità Covid-19 lavoratori marittimi: domanda online

Si comunica che da oggi è attivo il servizio per la presentazione delle domande di indennità Covid-19 per i lavoratori marittimi.


La misura di sostegno, introdotta dall’articolo 10 del “Decreto Agosto” (decreto-legge 104/2020), prevede l’erogazione di una indennità pari a 600 euro per ciascuno dei mesi di giugno e luglio 2020.


Non si applica il termine del 13 novembre 2020, previsto per l’indennità onnicomprensiva destinata ad altre categorie di lavoratori

Leggi tutto...

INPS COMUNICA : PAGAMENTO REDDITO DI CITADINANZA

Al fine di fornire una puntuale informazione all'utenza, si comunica che Poste Italiane ha confermato che le disposizioni relative ai rinnovi di Rdc (ovvero le domande presentate dai nuclei che hanno già fruito delle prime 18 mensilità) verranno erogate sulla carta Rdc in corso di validità.
Questo avverrà a partire dalle elaborazioni del 13 novembre p.v.

Leggi tutto...

Incremento delle prestazioni di invalidità civile (invalidi civili totali, ciechi civili, sordi e titolari di pensione di inabilità previdenziale)

Per gli invalidi civili totali, ciechi civili assoluti e sordi in possesso dei requisiti di legge, l'adeguamento sarà riconosciuto in automatico, con decorrenza dal 20 luglio 2020. Tali soggetti, quindi, non dovranno presentare nessuna domanda.

Per i soggetti titolari di pensione di inabilità ex lege 222/1984, invece, l’adeguamento sarà attribuito a seguito domanda dell’interessato, presentata attraverso i consolidati canali dell’Istituto, o i patronati. Per le domande presentate entro il 30 ottobre 2020 la decorrenza, in presenza dei requisiti di legge, sarà riconosciuta dal 1° agosto 2020. Negli altri casi, la decorrenza sarà dal primo giorno del mese successivo alla domanda.

Per avere diritto alla maggiorazione la legge prevede una soglia di reddito annuo personale pari a 8.469,63 euro (che sale a 14.447,42 euro, cumulato con il coniuge, nel caso in cui il soggetto sia coniugato). Ai fini della valutazione del requisito reddituale concorrono i redditi di qualsiasi natura, ossia i redditi assoggettabili ad IRPEF, sia a tassazione corrente che a tassazione separata, i redditi tassati alla fonte, i redditi esenti da IRPEF, sia del titolare che del coniuge.

Al contrario, non concorrono al calcolo reddituale i seguenti redditi:

  • il reddito della casa di abitazione;
  • le pensioni di guerra;
  • l’indennità di accompagnamento;
  • l’importo aggiuntivo di 154,94 euro (legge 388/2000);
  • i trattamenti di famiglia;
  • l’indennizzo previsto dalla legge 25 febbraio 1992, n. 210, in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati.
Leggi tutto...

Lo SPID diventa obbligatorio dal 2021 per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, dall’INPS, all’Agenzia delle Entrate

il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la soluzione che ti permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

In altri termini, si tratta del nostro alter ego digitale da utilizzare per accedere ai servizi della Pubblica amministrazione per via telematica.

Nella prima fase di avvio del sistema pubblico di identità digitale la necessità è quella di far coesistere il sistema di autenticazione tramite SPID con quelli già esistenti.
La progressiva implementazione del sistema da parte della pubblica amministrazione farà si che tutti i servizi online siano accessibili tramite SPID.

Leggi tutto...

Il Computo nella Gestione Separata

I lavoratori e le lavoratrici iscritte alla gestione separata hanno a disposizione un particolare strumento normativo per riunire gratuitamente nella gestione separata tutti i contributi sparsi nelle altre gestioni della previdenza pubblica obbligatoria al fine di conseguire un'unica prestazione pensionistica.

Si tratta della facoltà di computo, riconosciuta dall’articolo 3 del Dm 282/1996 che può essere esercitata da tutti coloro che possono far valere periodi contributivi presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti dei lavoratori dipendenti, le forme esclusive e sostitutive della medesima, le gestioni pensionistiche dei lavoratori autonomi di cui alla legge n. 233 del 1990.

Leggi tutto...

Il contributo di solidarietà sulle c.d. Pensioni d'oro

Il contributo di solidarietà è una riduzione dell'assegno effettuata sulle pensioni di importo più elevato, chiamate "pensioni d'oro".

 

 Il legislatore ha sentito più volte l'esigenza, per motivazioni politiche, di introdurre un contributo di solidarietà sulle pensioni di importo più elevato. Ci ha provato il Dl n. 78/2010 (c.d. "Decreto Sacconi") convertito con legge n. 122/2010 e successivamente riproposto nel 2011 con il dl n. 98/2011 convertito con legge n. 111/2011. In quel caso il taglio, progressivo, era del 5% per la pensione di pensione superiore a 90mila euro, del 10% per quella superiore a 150mila euro e del 15% per quella oltre la quota 200mila euro.

Tale meccanismo è stato, però, ritenuto incostituzionale dalla Consulta con la sentenza n. 116/2013 che ha ripreso, peraltro, le considerazioni già contenute nella sentenza n. 223/2012 con la quale ha bocciato il taglio previsto dal dl n. 78/2010. Secondo la Consulta tale intervento non è ammissibile quando riguarda solo i pensionati, senza garantire il rispetto dei principi di uguaglianza a parità di  reddito, attraverso una irragionevole limitazione della platea dei soggetti passivi.

Leggi tutto...

Indennizzi COVID, Il bonus aggiuntivo di 1.000 sarà accreditato d'ufficio

Accredito automatico da parte dell'Inps del nuovo bonus di 1.000€ per i lavoratori dipendenti ed autonomi che hanno già beneficiato degli indennizzi COVID-19 in passato.

Tutti gli altri, tra cui i marittimi per i quali il bonus è di 600€, dovranno presentare invece una apposita domanda. 

Lo rende noto, tra l'altro, l'Inps nella Circolare n. 125/2020 pubblicata ieri dall'Ente di Previdenza nella quale illustra le categorie beneficiarie dell'indennità onnicomprensiva stabilita dal Dl n. 104/2020 (c.d. Decreto "Agosto") convertito con legge n. 126/2020.

Leggi tutto...

Indennità Covid-19 omnicomprensiva: scadenza termine domande

Il 13 novembre 2020 scade il termine per richiedere l’indennità Covid-19 onnicomprensiva per alcune categorie di lavoratori (stagionali o somministrati del turismo, intermittenti, occasionali ecc.), prevista dal Decreto Agosto (articolo 9, decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104).

Questo termine è stato introdotto dal Decreto Ristori (art. 15, comma 9, decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137), entrato in vigore il 29 ottobre 2020. Dal 14 novembre 2020, pertanto, non sarà più possibile inviare le domande.

L’indennità deve essere richiesta tramite il servizio dedicato.

Leggi tutto...

I nostri contatti

Patronato INPAL

Via Torino 95 - 00184 Roma RM

Telefono: +39 06 48907481

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Area Riservata